Noleggio barche a Palermo, escursioni a Palermo, la storia di Palermo Stampa

Situata nella parte Nord-Ovest della Sicilia, bagnata dal Tirreno, Palermo offre una grande varietà di panorami e di ambienti. La città gode di una posizione privilegiata e di un dolce clima che favorisce la presenza di una lussureggiante vegetazione. Il golfo di Palermo abbraccia venti chilometri di costa compresi tra due massicci, il monte Pellegrino e il monte Catalfano. In questa grandiosa cornice si affaccia la città con la sua fitta trama di storia.Alle spalle si stende la Conca d'Oro, fertile pianura ricca di agrumi, vigne e uliveti. Gli splendori di Palermo iniziarono con gli Arabi, che la trasformarono in uno dei più importanti empori del Mediterraneo. Al momento della conquista normanna, nel 1072, la città era il più popoloso centro cristiano dopo Constantinopoli, e si ipotizza che contasse 300.000 abitanti. "La più bella e la più grande metropoli de lmondo" la definì lo storico arabo Idrisi, vissuto alla corte di Ruggero II. Se l'epoca arabo-normanna ha segnato la fisionomia di Palermo, il volto dominante della città resta quello barocco, delineato dai secoli del viceregno spagnolo e del regno borbonico. Il nome della città è di origine greca (‘pàn-ormos’ cioé “tutto porto”) e, la nascita della città, risale al VIII sec. a.C.. Uno dei primi popoli ad arrivare e a governare Palermo furono i Fenici a cui seguirono i Cartaginesi e i Romani nel 254 a.C. Anche in età romana, Palermo svolse il suo ruolo di porto strategico. In seguito, le invasioni barbariche, devastarono la città fino al 535, quando venne occupata dai Bizantini. Tre secoli dopo, la città, fu conquistata dagli Arabi che la fecero diventare una delle più belle città del tempo. Furono loro a portare in queste terre, della Conca d’Oro, i primi agrumeti aprendo nuove possibilità di sviluppo economico. Successivamente, nel XI secolo, i Normanni conquistarono la città e, insieme agli Svevi, svilupparono le attività commerciali della città facendola diventare un nodo importante di collegamento fra Europa e Asia. In questo periodo anche la vita culturale fiorì e risale, infatti, a questo momento la nascita della “Scuola Siciliana” di poesia che era legata alla Corte di Federico II. Con l’arrivo degli Angioini nel XIII secolo, la sorte di Palermo cambiò. Il declino e il malgoverno finirono con la rivolta del 1282 conosciuta con il nome di “Vespri Siciliani” che spinse gli Aragonesi a conquistare l’isola. Con loro Palermo conobbe un nuovo periodo di crescita. Il governo spagnolo, durante i secoli XVI e XVIII, portò la città a una situazione di ristagno economico. Nel 1711 finì il dominio spagnolo e, dopo un breve periodo di controllo sabaudo, Palermo fu governata dai Borboni fino l’Unità d’Italia. I Borboni realizzarono, soprattutto nella seconda metà del '700, importanti riforme economiche e politiche.

 

 
 

LA STORIA

DA VISITARE

RISTORANTI

ALBERGHI

LE SPIAGGE

DIVERTIMENTO

Palermo, cattedrale Palermo, cattedrale
Palermo, teatro Massimo Palermo, teatro Massimo
Palermo, la CubaPalermo, la Cuba
Palermo, Mondello Palermo, Mondello
Palermo, cattedralePalermo, cattedrale
Palermo, Palazzo dei normanni Palermo, Palazzo dei normanni
Palermo, villa Giulia Palermo, villa Giulia
Palermo, piazza Pretoria Palermo, piazza Pretoria
 
 
Palermo, Quattro CantiPalermo, Quattro Canti
Palermo, cortile di Duomo di MonrealePalermo, cortile di Duomo di Monreale
Palermo, Santa Maria della pietàPalermo, Santa Maria della pietà
Palermo, San GiovanniPalermo, San Giovanni
Palermo, San DomenicoPalermo, San Domenico
 
   
     
 

Skype us

Selezione lingua

  • Italian
  • English
  • Russian
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter