Noleggio barche ed escursioni nelle isole Eolie

Le sette perle del Mediterraneo

L'arcipelago delle isole Eolie (o Isole Lipari) è situato nella parte meridionale del Mar Tirreno a nord-est della Sicilia, e tutte le isole dipendono dalla provinci di Messina. L'arcipelago è composto da dieci isole di cui solo sette sono abitate: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano. Vi sono 4 comuni che sono Leni, Malfa, S.Marina, Salina tutti nell'isola di Salina ed il comune di Lipari, situato sull'omonima isola, che comprende Vulcano, Panarea, Stromboli, Alicudi e Filicudi. Le origini del nome di questo arcipelago si fanno risalire alla mitologia greca: queste isole erano infatti il regno di Eolo, dio dei venti, del dio Vulcano e dei Ciclopi. Le isole Eolie sono la parte emersa di antichissimi vulcani: la loro composizione geologica si evince dalle sorgenti termali e da crateri tuttora attivi come quello di Stromboli. Il clima mediterraneo, permette di frequentare le isole anche nei prime periodi primaverili e nella stagione autunnale inoltrata. 

Le isole sono state esaltate e immortalate da scrittori e pittori e da grandi viaggiatori del passato come Dumas, l'arciduca Luigi Salvatore d'Austria (Luigi Salvatore d'Asburgo Lorena del ramo di Toscana), Deodat de Dolomieu, Spallanzani e altri ancora le hanno descritte in toni fantasiosi ed evocativi.
La formazione delle sette isole è iniziata oltre 700.000 anni fa, e ad essa hanno contribuito gli innalzamenti del fondo marino dell'età quaternaria; ancora oggi, le Eolie rappresentano per gli studiosi un autentico libro aperto, un vitale laboratorio geologico dove l'evoluzione del nostro pianeta si può studiare in diretta.
Il fuoco primigenio, la lotta antica tra gli elementi hanno creato un insieme vario di straordinari angoli costieri dove sono state generate grotte, scogliere, obelischi, faraglioni, lisce pareti, spiagge nere circondate da un mare pescoso ancora ai giorni nostri.
Il suolo vulcanico è fertilissimo e tutte le isole un tempo erano ricoperte da boschi di leccio e quercia e da una macchia mediterranea impenetrabile che l'uomo, soprattutto negli ultimi due secoli, ha in gran parte sostituito con coltivazioni agricole.
Le difficoltà di comunicazione del passato fra isole e terraferma imponevano, infatti, una totale autosufficienza alimentare, ciò che ha determinato la suddivisione del terreno coltivabile in campi, spesso realizzati con muretti a secco e terrazzamenti costruiti interamente a mano da generazioni di contadini.
Oggi il paesaggio agricolo non ha più l'aspetto di un tempo e le piante di olivo, mandorlo, fico, cappero, vite che avevano preso il posto della macchia, sono notevolmente ridotte come realtà produttive. Si è però avvertita negli ultimi tempi una sensibile ripresa dell'agricoltura per iniziativa di privati cittadini che sono tornati a coltivare vigne abbandonate e a produrre vino, mentre altri confezionano artigianalmente conserve e prodotti sottolio.

L'arcipelago delle Isole Eolie prendono il loro nome dal Dio Eolo, dio incontrastato dei venti. Secondo la mitologia greca, Eolo riparò su queste isole e diede loro nome, grazie alla sua fama di domatore dei venti. Viveva a Lipari, e riusciva a prevedere le condizioni del tempo osservando la forma delle nubi sbuffate da un vulcano attivo, probabilmente lo Stromboli. Grazie a questa abilità, determinante per gli isolani che erano in gran parte pescatori e necessitavano di conoscere gli eventi meteorologici che sarebbero avvenuti, Eolo si guadagnò grande popolarità nell'arcipelago, e secondo una teoria, fu da questi fatti che un semplice principe greco, abile nel prevedere il tempo dalle nubi, alimentò il mito del dio Eolo in grado invece di controllarle. ed è formato da sette isole disseminate lungo la costa nord orientale della Sicilia.
Esse sono sparse come a formare una grande y di cui Vulcano è l'estremità più bassa ed Alicudi e Stromboli le due punte rispettivamente più a ovest e più a est.
Felicemente situate da un punto di vista geografico, le Lipari godono del clima temperato e mite tipicamente mediterraneo. La temperatura media varia dai 10oC, nel periodo invernale, ai 20-21°C, nella stagione primaverile ed autunnale, mentre in estate il termometro oscilla sui valori di 27-30oC. Poche le precipitazioni, specie nel periodo estivo.
Sono state definite le "sette perle del mediterraneo", questo perchè sono isole di straordinario fascino. Si tratta di vulcani sempre attivi e quando ci si avvicina non si può fare a meno di essere invogliati ad esplorarle. Panarea è la più piccola ma anche la più frequentata da giovani ed offre una vita notturna niente male. Chi va a Vulcano non può non immegersi almeno per un minuto nel laghetto naturale dei fanghi caldi. Lipari, la più grande, è detta la montagna bianca perchè costituita dalla pomice una pietra che in acqua sta a galla. Salina è l'isola che ha affascinato Massimo Troisi infatti e proprio lì che è stato girato il Film "Il Postino", inoltre è famosa per i capperi e per la produzione di Malvasia il famoso nettare degli dei. Stromboli si presenta come un enorme gigante nero col pennacchio infatti quando il sole tramonta è possibile vedere la fiamma del vulcano uno spettacolo unico al mondo. Rimangono Alicudi e Filicudi che sono le più antiche e tutte e due dotate di straordinaria bellezza in quanto sono le più incontaminate. Questo perchè la sera, come vita notturna, non offrono molta scelta. Quindi sono frequentate, principalmente, da persone che vogliono rilassarsi il più possibile godendosi paesaggi unici al mondo. Il nostro consiglio e quelle di poterle visitare tutte perchè ne vale veramente la pena. Altro consiglio è quello di viverle se possibile per più giorni sia di giorno che di notte. Ve ne innamorerete e sicuramente tornerete un’ altra volta ed un’altra ancora in questo paradiso chiamato EOLIE!


 
 
 
 Mappa di isole Eolie
 Filicudi, grotta Bue Marino
 Alicudi, paese
 Veduta di Vulcano
 Panarea, Cala Junco
 Salina, Santa Marina
 Vulcano, cratere
 
 Eolie, Baziluzzo, acque
 Filicudi, scoglio la Canna
 Lipari, cave di pomice
 Lipari, città
 Eruzione di Stromboli
 Lipari, città
 Eolie, abitazioni tipici
 Stromboli, veduta