HOME arrow ITINERARI arrow Escursioni in Sicilia arrow Agrigento arrow Le spiagge
Le spiagge di Agrigento Stampa
La costa fra Agrigento e Sciacca è costellata di spiagge ancora poco conosciute, ma di grande bellezza: lunghe spiagge di sabbia chiarissima chiuse alle spalle da dune di sabbia e falesie bianchissime. Provenendo da Agrigento, sono tre le spiagge che Sicily rent boat vi consiglia:

* La Scala dei Turchi vicino a Realmente, una scogliera bianca che il vento ha modellato come una gigantesca scala che si tuffa nel mare.
* Torre Salsa: tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa si estende la riserva WWF di Torre Salsa, dove falesie di gesso si alternano lunghe spiagge dorate. Gli accessi alla spiaggia sono vari e si trovano nei pressi di Montallegro.
* Eraclea Minoa: un bianchissimo arenile di 5 km circondato da dune e protetto da un fitto bosco. Nei paraggi della spiaggia si trovano le rovine della città greco-romana Eraclea.

Sciacca
Questa cittadina Agrigentina è famosa per il suo carnevale, le sue terme e le bellezze architettoniche barocche e medievali, ma conserva un cuore poco conosciuto: il quartiere arabo. Sciacca ha origini antichissime, già i greci sfruttarono le proprietà terapeutiche delle stufe naturali. Greci, romani, arabi, normanni e spagnoli lasciarono un pezzo della loro cultura che ancora oggi ritroviamo nel patrimonio artistico della città e nelle tradizioni popolari. Nel 1831 Sciacca fu protagonista di un evento geologico straordinario: nel mare davanti alla città emerse un'isola vulcanica che solo dopo sei mesi si inabissò: l'Isola Ferdinandea. La città è un intricato dedalo di vicoli, in cui si aprono piazze che celano belle chiese e palazzi. Sicily rent boat vi consiglia di vedere:


* Il Duomo, di origine normanna (1108), fu ampliato nel 1656 su progetto di Michele Blasco. La facciata barocca, incompiuta, è priva di uno dei due campanili; ai lati ci sono statue di Antonino e Gian Domenico Gagini del sec. XVI. L'interno, a tre navate, conserva molte opere d'arte, tra cui varie sculture datate al Cinquecento.
* La chiesa del Collegio, che all'interno è ricca di tele, tra le quali l'Adorazione dei Magi di Giovanni Portalone, ed un San Giovanni Battista attribuito al Domenichino.
* La chiesa di Santa Margherita, rinnovata nel '500, che è interessante per il suo portale gotico rinascimentale e, all'interno, gli stucchi policromi e gli affreschi.
* Lo Steripinto è un singolare palazzo del '500, di stile siculo-catalano: è notevole la facciata, adornata con piccoli conci a punta di diamante e merlature con una maschera al centro, un portale rinascimentale ed eleganti bifore. L'artigianato di Sciacca si esprime al meglio nelle ceramiche maiolicate. La ceramica qui ha un'antica tradizione che risale al medioevo. I manufatti invetriati di Sciacca adornavano quasi tutti i palazzi nobiliari di Agrigento dal XIV al XVIII secolo.
 
 

LA STORIA

DA VISITARE

RISTORANTI

ALBERGHI

LE SPIAGGE

DIVERTIMENTO

 

 




 
 
   
     
 

Skype us

Selezione lingua

  • Italian
  • English
  • Russian
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter